ISTAT: l'alimentare ed il surgelato quali motori dei consumi

23/12/2011

A ottobre, secondo gli ultimi dati ISTAT, l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio fa segnare un aumento congiunturale dello 0,1 per cento, dopo cinque mesi di variazioni negative; e questo grazie al settore alimentare che si attesta in crescita dello 0,7 per cento.
Interessante è anche notare che rispetto ad ottobre dello scorso anno l’indice grezzo del totale delle vendite segna una diminuzione dell’1,5 per cento, ma le dinamiche sono decisamente opposte tra le vendite di prodotti alimentari, con un +0,9 per cento, e quelle di prodotti non alimentari, che perdono il 2,5 per cento. Nella GDO, poi, le vendite crescono del 2,1 per cento per gli alimentari mentre diminuiscono del 2,6 per cento per i non alimentari. Infine, l’aumento più sostenuto, per il comparto Food, si registra nei discount, che mostrano un +2,9 per cento.
Il buon risultato ottenuto da parte dei prodotti alimentari è anche in parte garantito dalle più che interessanti performance dei prodotti surgelati, che dimostrano un buon dinamismo ed un ottimo appeal anche in situazioni economiche non troppo ottimistiche.

 

 

Aziende in Evidenza